Mebook! Social Network!
Log in

IL MURO DI LIBRI: INTERVISTA A STEFANO NASETTI AUTORE DE "IL LATO OSCURO DELLA LUNA"

image

1) Com'è nata la tua passione per la scrittura?
La mia passione per la scrittura è nata in modo davvero casuale. Il libro è nato quasi da solo, riordinando pensieri e appunti presi nel corso degli anni su una moltitudine di argomenti che vanno dall'astronomia alla tecnologia, dalla religione all'archeologia, passando per la biologia, la fisica , la psicologia e la comunicazione. Per evitare di "perdere" per strada tali pensieri e considerazioni, ho preso l'abitudine di scriverli. Poi un giorno, ho deciso di fare chiarezza anche nella mia vita e nel modo di vedere il mondo, ho preso tutto quanto scritto nel corso del tempo e ho cominciato a mettere ordine. Ne è venuto fuori un libro che inizialmente volevo tenere per me, visto che si tratta di riflessioni personali, ma che poi ho deciso di pubblicare dal momento che coloro a cui avevo consentito di leggere, mi avevano fatto presente che il contenuto del libro poteva avere interesse anche per molte altre persone.
 
2) Esiste un libro, un autore o anche solo un racconto che ti ha influenzato?
Certamente sì. Il libro si prefigge fondamentalmente di trovare risposte a domande che oserei definire "esistenziali" quali quelle riguardanti l'origine della vita, il significato che da essa scaturisce e il conseguente rapporto tra noi e il mondo. Creazionismo e evoluzionismo sono aspetti apertamente in contrasto tra loro e che forniscono risposte differenti alle domande di cui sopra. Eppure, senza una particolare ragione o senso logico, la vita di miliardi di persone è condizionata da entrambe le teorie, sia nel caso in cui ci definiamo credenti, sia nel caso in cui propendiamo più per la teoria proposta dalla scienza. I libri che quindi hanno influenzato il mio scritto sono moltissimi e vanno dai testi sacri come la Bibbia, a quelli riguardanti gli aspetti ufologici, passando necessariamente per tutti le riviste scientifiche principali.

3) Quanto tempo hai impiegato?
L'attività di riordino e di armonizzazione degli appunti presi in oltre 15 anni di ricerche e studi è durata all'incirca 2 anni, durante i quali non ho mancato di aggiornare quanto in precedenza appuntatomi, visto che viviamo in un epoca in cui i progressi nell'ambito delle scienze e della tecnologia sono all'ordine del giorno. Quando si cercano risposte a domande così profonde ed importanti, non si può e non si deve tralasciare nulla, anche a costo di rimettere tutto in discussione.

4) Com'è stato il tuo primo approccio col mondo dell'editoria?
Prima di decidere di pubblicare, ho esitato un po', perché come faccio in tutte le cose (e ciò penso sia evidente anche nel libro), amo documentarmi prima di intraprendere un nuovo cammino. Una volta compreso che il mondo editoriale è un mondo complesso, in cui così come purtroppo nella maggioranza degli altri settori della vita, tutto viene fatto in funzione del "Dio" denaro, è stata una logica conseguenza approcciare a questo mondo in modo "leggero" e senza particolari aspettative. E' difficile infatti, trovare case editrici serie disposte a pubblicare un tuo scritto, tenuto conto che da recenti statistiche, il mercato editoriale è governato principalmente da romanzi (circa il 95%) e solo un 5% da libri di saggistica. E' più semplice vendere un romanzo che un saggio e questo le case editrici lo sanno molto bene. Poi c'è anche da tenere presente che in Italia ogni giorno vengono pubblicati oltre 120 libri, senza tener conto di quelli autopubblicati. Le case editrici sono letteralmente sommerse di proposte di pubblicazioni e dunque la concorrenza è elevatissima, già soltanto per poter provare a proporre il proprio testo. Non avendo però particolari ambizioni ed essendomi trovato ad essere uno scrittore quasi per caso, per me non è stato difficile optare per l'autopubblicazione, soluzione di cui posso dire, ad un anno e mezzo di distanza, di essere pienamente soddisfatto.

5) Parlaci un po' del tuo libro. Cerca di convincere i lettori di MURO DI LIBRI a sceglierlo.
Il libro è un viaggio, un percorso di conoscenza finalizzato alla comprensione del mondo e del nostro posto in esso. Non contiene risposte definitive ma qualcosa di molto più importante, insegna ad affrontare le cose con senso critico e obiettivo fornendo una moltitudine di spunti di riflessione sulla base di dati concreti, attraverso i quali il lettore potrà e saprà alla fine trarre le proprie conclusioni personali.
Come ho accennato in precedenza, scienza e religione forniscono spiegazioni diametralmente opposte che non dovremmo accettare così "a cuor leggero" come facciamo di solito, perché la corretta comprensione di ciò che può essere quella che definiamo realtà, incide nelle nostre vite, nelle nostre scelte, nei nostri comportamenti nel quotidiano, in modo assolutamente profondo, determinando il nostro grado di felicità. Chi ha torto e chi invece a ragione tra scienza e religione? Forse, ancor prima dovremmo chiederci: cosa è reale e cosa non lo è?. La nostra percezione del mondo si basa su informazioni parziali elaborate dalla nostra mente secondo processi spesso fuorvianti. Il primo passo per la comprensione della realtà e prendere consapevolezza di come questa prenda forma nella nostra mente. Il libro è dunque un percorso unitario e armonico, senza soluzione di continuità tra i vari capitoli, in cui affronto e cerco risposte plausibili e scientifiche alle domande sulle origini e sul senso della vita, un percorso entusiasmante e coinvolgente durante il quale tratto diversi argomenti dalla storia all'archeologia, dall'astronomia alla fisica, dalle nuove tecnologie alle ultime ricerche in ambito biologico, senza disdegnare le presunte teorie alternative, sempre trattate in maniera oggettivo, senza preconcetti e dogmi, in modo semplice ma meticoloso e puntuale, affinchè il libro risulti veramente alla portata di tutti. E' un viaggio a 360° attraverso un mondo che forse non vediamo, se rimaniamo fermi sulle posizioni tradizionali, ma della cui esistenza possiamo prendere consapevolezza provando a guardare le cose da prospettive differenti.
Mi premetto di rifarmi ad alcune recensioni di lettori che hanno definito il libro sorprendete, esaltante, meraviglioso,coinvolgente e da leggere assolutamente.
Le recensioni apparse fin qui e che possono essere lette nei principali store (Amazon, KoboStore, iTunes, Google Play, ecc) fanno ben comprendere che il modo di scrivere e l'onesta intellettuale con la quale ho affrontato gli argomenti, sia stato ampiamente compreso e apprezzato al di la di ogni mia più rosea aspettativa. Devo dire che alcune persone hanno scritto cose talmente belle che mi hanno imbarazzato e gratificato. Sapere che uno sconosciuto ha speso dei soldi per leggere il tuo pensiero e vedere poi che addirittura lo ha gradito talmente tanto, è un qualcosa che vale più di ogni altra mia parola in merito.
A coloro che non accettano le verità precostituite e i dogmi proposti da scienza o religione, consiglio caldamente la lettura del mio libro, ma ancor prima come detto, consiglio la lettura delle recensioni apparse sul web (e che ho raccolto per semplicità in questa pagina del mio sito http://illatooscurodellaluna.webnode.it/cosa-dicono-i-lettori/) perché le opinioni degli altri lettori valgono forse di più qualunque descrizione che un autore può fare della propria opera.