Mebook! Social Network!
Accedi

Intro dei momenti

Intro dei momenti


Ci sono dei momenti che non sono momenti, sono in brevitá, un granello di vita. Quanti momenti vissuti sorpassiamo senza ricordarli con esattezza, senza ricordarne l'importanza? E quanti granelli di terra il mare non riesce mai a contare o a ricordare d'aver dondolato nell'onda e poi plasmato? Credo ci siano in me momenti magici, veri, insonni, felici o dolorosi, ma comunque poggiati nel mio cuore. E quante incontrollate volte, in silenzio o nel buio, li ho ricordati? Li ho vissuti tutti! I miei sorrisi ai nemici, persino quelli! I giochi ingenui, i pianti per le cadute, l'odore nella cartella di scuola, le gite coi compagni, gli amici allegri e quelli invidiosi. Gli esami duri e le ore di studio, le corse sotto la neve dietro al bus, gli scherzi da matricola, la foto da dottore, i lavori con i colleghi precari, l'amore per il mio cane che sonnecchia in una scatola di scarpe. L'amore che non è stato amore, che non è compreso, che è stato acceso ma non è stato bruciato. L'amore di casa, mio padre che strilla, la mano di mia madre, le feste con i trucchi e le sorelle e anche quella costruzione di legno sull'albero di mio fratello. Io me li ricordo tutti! La nonna che mi canta una NOVENA, il nonno che mi parla della caccia, il vino a tavola e i fiori gialli nel mio giardino trasportati dal vento e l'altalena che tremava al canto del gallo. Mi ricordo tutto, tutto è poggiato nel mio cuore, tutto è contato nel mio sangue che come una grande onda ogni giorno conta i suoi granelli.