Mebook! Social Network!
Accedi

Navigazione


IMAGINAR(eal)Y HEROE(friend)S 02

IMAGINAR(eal)Y HEROE(friend)S 02

Ultmo aggiornamento 20 giorni fa da Allegro Ragazzo Morto

Discussione, parole spesse, parole di niente, discussione appunto e trascorrere il dopocena in discussione non è una grande prerogativa, certo discussione con un principio ed un fondo ma affrontarla era tutta un’altra cosa e così annuendo infilò la porta che dalla cucina apre sul giardino e vi si avviò. A quest’ora sono tutti a cena o davanti la tv o discutono o sono già a letto a quest’ora… nessuno cammina a piedi nudi sull’erba e lei vi si lasciò cadere. Avvertì subito due cose, la testa non le pulsava più, il cielo nonostante le luci presenti in tutto il vicinato comprese quelle di casa sua, era davvero uno spettacolo. Qualcuno da casa la chiamava ma pensò bene di ignorare coscientemente l’eventuale risposta e rimanere ed indugiare sull’erba. Sorrise amaramente pensando che quella sera fosse adesso d’improvviso divenuta la migliore di sempre, era come affacciarsi e notare per la prima volta qualcosa di particolarmente intenso. Era perfetto anzi… sarebbe potuto esserlo se solo avesse avuto da fumare. Insomma agente non mi sembra di aver infranto alcuna legge e/o divieto può spiegarmi cortesemente il motivo di ciò? Ginger che ne pensi, esiste margine di contrattazione, esiste un territorio comune sul quale avanzare, esiste l’alternativa valida per poter continuare e comunicare in modo civile che ne pensi… pianta un palo bene a fondo nel terreno, te ne accorgi quando è saldo, dopo il primo procedi in senso antiorario, 4 passi tra un palo e l’altro e prima di sera devi aver finito. Insegna mille luci di quelle che esistono per dimostrare che la longa manus se ne fotte del consumo, l’insegna in questione la si nota da chilometri perché intorno è tutto buio e son solo capannoni, rimesse, depositi e vecchi magazzini. Ginger hai tempo per fermarti a bere qualcosa, hai tempo di starmi a sentire, è da un po’ che non vedo cugino Marv, sarà ancora in giro oppure è andato definitivamente in vacanza, che ne dici, frequentava questo posto e forse c’è una possibilità di incontrarlo.

Stretch it, how much could you stretch it over? Will it stand or will it fall? Normally it takes what’s above. See, told ya moron, all come in here. Seek something try here, wait for something try here what’s so unsustainable I truly don’t understand. You are a new model, need some time to be tuned, you’ll see everything will be right and no mumbo jumbo will ever ever ever ever ramble again inside your head. So it took a while, the foreseeable future was instead a blurry fadin' shame, woke up in pain, somethin' due to my state of bein'.

Incendio al magazzino. Corri animale, non c’è tempo, non hai mai fatto cose del genere si vede da lontano che sei una pivella, non posso lavorare con i dilettanti cazzo, ho bisogno di gente sveglia e tu non mi sembri particolarmente sveglia che dici. No, nessun problema a fare quello che devo fare, sei qui di tua spontanea volontà allora quale cazzo è il problema? Deve andare come se avesse fatto da solo ma in realtà vogliamo che appaia il contrario e poi comunque deve andare, hai chiaro questo concetto mi pare, tu fai il perimetro io sistemo il tetto e non fare cazzate o ti lascio qui come evidenza. Il lavoro è per domani, hanno fatto il tuo nome, ma chi… quella? Sì va bene, mi hanno assicurato e poi non c’è più molto margine. La conosci tu? Non è importante, hanno detto lei quindi tu sei operativo e te la porti, le fai vedere e le dai da fare il compitino, dalle un’occhiata e niente cazzate, la tua parte è la solita. No, hai dimenticato la zavorra che mi devo portare quindi non ci siamo. Ho capito ho capito merda, vabbene vabbene, domani niente errori, te la porti, fai il lavoro supervisioni, ritornate e riferisci. Certo cugino, fai tu le carte. No il cartaio del cazzo! Allora hai capito che ti devi sbrigare, dove cazzo guardi… quassù sveglia! Hai sistemato il perimetro? Io ho finito. Lo sai come vanno queste cose, un impianto elettrico vecchio di un secolo, cortocircuito, pile di carta e montagne di libri, stanno terminando adesso gli ultimi rilievi ma chi è il proprietario, non sono venuti a capo di nulla al catasto magari alla centrale avranno più fortuna. Ah non hai visto qui vero? Vieni ti faccio vedere io. Ma insomma dovevi supervisionare ma che parlo coglionese e tu la lasci lì? Il lavoro è fatto che cazzo vuoi ancora. Lavoro fatto lavoro fatto lavoro fatto a cazzo ecco che merda di lavoro hai fatto puttanaEVA, comunque, ecco la tua parte. Ma questa non è… (((intermission))) parlavi troppo sei… eri una fottuta lagna del cazzo, diamine se vuoi una cosa fatta bene devi fartela da solo cazzo! E lei? È lei? Hanno convenuto così, l’hai mai vista? Non mi pare, ma non ha più la faccia che ne so… malerba che dici. Forse, abbiamo le altre foto e chiediamo in giro vedremo cosa salta fuori. Altri segni particolari? No, sembra fosse da sola. Posto sbagliato momento sbagliato o forse tutto esatto compresa lei. Nah abbiamo le prove vediamo di chiudere questa faccenda. Oh… mi chiedono se possono portarla via. Sì sì chiudete pure.

Occhio alla testa, qui si scivola e ci si resta. Mai una buona idea lasciarsi convincere, in ogni caso, mai una buona idea. Sapevo benissimo come sarebbe andata e cosa sarebbe successo e fortunatamente io sono fuori, ma c'è sempre qualcuno a cui piaccia litigare e così non ci si può proprio tirare indietro e a volte e si deve litigare sul serio e per nessun motivo. Dal 19 al 33, ogni classico intervallo da calcolare, tieni bene a mente che la gente di qui pensa sempre a quello. È una deformazione professionale, vedila così, c’è un motivo ma io non ho né la voglia né la pazienza (e poi col cazzo che capiresti) di spiegartelo. Prendila con calma, lascia che scivoli in te senza problemi ed accetta l’idea. Ti ci abitui in fretta fidati. Non sollevare argomenti strani e lascia in pace i dipartiti che non hanno a che spartire con noi avidi. Non lasciarti influenzare dall’aria che possa tirare perché ricordati sempre che in un battibaleno la stessa situazione possa degenerare ed allora dovrai pensare anche a come salvarti il culo perché pur essendovi anche io non avrò tempo di badarti. Ti ho già detto cosa devi tenere bene a mente? Ah ecco tra un poco tocca a noi, datti da fare. Quando ti pare gli diamo una bella ripassata, la porta intendo, la ripuliamo, te la metto sui cavalletti e poi la pulisco per bene, certo dovremo ovviare ad un paio di giorni di libero accesso controllato ma poi viene bene, da' lustro a tutto il locale e se poi te la lucido io mi devi credere, viene perfetta e poi… e che mi devi dare, non mi devi dare niente…

Inaugurazione del Cimitero. Tono da Istituto Luce. 0re 03:09. Via dei Portici Aperti angolo Via Gigi Lo Grasso, deflagrazione coatta, probabilmente accidentale ma di natura dolosa, vecchia ma rabberciata conduttura del gas. Coinvolte tre auto e parte del palazzo antistante Lo Grasso. Corpi uno, tale Maicolchein. Ore 02:45. Largo Malteni numero 42, bloccato dai gendarmi mentre apprestavasi a rimuovere il blocco dalla centralina di controllo dei semafori minacciando azioni peggiori, ignorando i ripetuti e perentori ordini delle forze intervenute, Allmurr estraeva ordigno bellico innescandolo. Falciato immediatamente cadeva in terra privo di vita ma non prima di aver innescato l’ordigno che quindi deflagrava coinvolgendo parte della gendarmeria intervenuta e causando ulteriori danni anche agli stabili vicini non escluse sette auto ed un mezzo blindato. Ore 06:06. Piazza Caretta Caretta, intento a bere dallo zampillo della fontanella omonima presente nella piazzetta Polniumann veniva stretto e pestato e poi derubato e poi affettato da una gang di assidui del luogo. Gli assalitori sono tutt’ora a piede libero mentre il Polniumann pur trasportato al più vicino sanatorio spirava quasi immediatamente a causa delle lesioni riportate e dell’eccessiva perdita di succhi. Ore 05:11. Via Banda Rumorosa angolo Via Timpano Lo Sfondato, Giuliancroten armato di bazooka tenta di far saltare il blocco dell’isola a traffico limitato distruggendo però un antichissimo balcone le cui macerie lo colpiscono freddandolo. Recuperato il bazooka risultante essere rubato. Sai, penso che dopo tutto non sia così male presenziare a quella fottuta inaugurazione. Cognacchino?

Minima amoralia. E quel giorno vi si recarono, li accolse il maggiordomo che sulla soglia li fece attendere, sulla soglia ma sotto la pioggia. Maccheccazzo devo stare a bagnarmi sulla soglia matiparenormale? Ebbene attesero e stettero ma alla fine ebbero sospirata udienza. Torrio favella tu stai zitto ed ascolti. Torrio spiega tu stai zitto ed ascolti. Torrio ordina tu stai zitto ed esegui. Incontri il rivale di Torrio che ti paga più di Torrio e Torrio è morto.

Ginger ma ci pensi, quando stiamo insieme, quando cade il vento o si alza la marea. Quando io scavo poco distante dall’argine nell’inutile ed improbo tentativo di allargare la buca pregressa e tu con gli stivaloni infangati sei seduta sopra altro fango e mi osservi sgobbare. L’idea era stata tua, costeggiare l’argine, armarsi di pala ed adeguati tenuta ed accessori indi puntare ed iniziare di netto a spalare. Cazzo sgobbo come un animale ma il livello non si smuove, ho male alle mani, alla schiena e nonostante vi siano dieci gradi le zanzare si sono succhiate anche un polmone e non vuoi darmi una mano. Quando la rotta è tutta sbagliata e si deve andare avanti in ogni caso e lo senti che il fondale stride sulla chiglia e da un momento all’altro imbarchiamo acqua e tutto diviene più umido in modo insostenibile. Quando io suono incurante dei tuoi sedicesimi sincopati e fai notare su come l’accento cada e il groove potrebbe divenire eccelso se solo io ti dessi ascolto e ti dessi aria.

Penso che me ne resto da solo per un poco, un altro poco ancora. Penso che non c’ho voglia di pensare ad altro se non restare qui e non pensare di fare. Penso che ho delle ferite che a guarire ci stiano mettendo un sacco e se non dovessi smetterla potrebbe anche darsi che ci vada direttamente io nel sacco. Penso che ho perso il treno, il filo e la capacità di ritrovarmi e che scendo sempre più e da sotto non si vede più luce e alba. Penso che quando Alba arriva si incazzerà di brutto perché non le ho dato la giusta attenzione con costanza e Costanza potrà anche innervosirsi a tal punto da voler quindi litigare. Penso che ho una testa troppo piena e spero solo che piena sia ma di parole. Penso che restare qui sotto non mi aiuti e che in un certo qual modo debba adeguarmi un altro poco e magari uscire con più frequenza e data una palla, una mazza ed un guantone anche usato darmi al cricket. Penso che non riesco a dormire nonostante avverta molta stanchezza. Penso che le protrusioni tra le mie vertebre siano davvero irritanti e grazie a loro non riesco più a sdraiarmi in modo adeguato. Penso che forse stia fumando un po’ troppo e il sangue che ho sputato in realtà era solo il resto dell’altro polmone. Penso che sono soltanto alla fine ma è stato un cazzo di viaggio.

And finally in dumb days, all over the dumbest day in life there was the burial, the last act of a dumb life. Summer’s gone, so all nice intentions, so all nice actions, this is as bad as it gets, nothing to care anymore, nothing to live for, all is as deep as the fallin’dirt into that hole. Six feet under someone told me, it’s as good as it gets, as good as it is needed, most of all true fact is that you’re DONE!

It took me a while to let go on manners... Took me a while to let me burn... As time goes by nothing really important happened in the closest nebula. I'm feeling down…