Mebook! Social Network!
Log in

Uno Scherzo da Prete

Uno Scherzo da Prete Mentre nella grande sala dell’Albergo California ci si dà da fare per l’organizzazione a livello mondiale di un torneo di pinnacola (gioco di carte) e all’Istituto di Medicina Legale i dottori Georgiou Anametoi (Πρεμι *) e Mello Nider (^^, con pronuncia incerta della i di Nider) sperimentano una nuova, orgasmica sostanza stupefacente, la godilonia, su una coppia affiatata di ultraottantenni, la signora Robertia, coniugata col signor Carlivio, scompare misteriosamente dalla piazza. In questa ultima sezione dei racconti erotici della seconda raccolta de La Novella Orchidea, è ancora l’agente apocrifo Carmen Elena Norma Tiffàri (#) a seguire le tracce del caso, accompagnata dal suo inseparabile innamorato Maribaerto Ireneo Trebbia (“”). Con l’aiuto imprevisto di due amanti insospettabili, testimoni del reato, il colpevole viene presto preso in scacco dai Servizi Segreti Apocrifi, ma i resti di Robertia non verranno mai trovati. Anche a causa di questa vittoria sconfitta parzialmente dal male, la coppia di eroi decide allora di ritirarsi a vita privata per costruire una famiglia, sotto la benedizione di don Mariostio e del suo amico prete Father Phyder (la cui y si può pronunziare indifferentemente i o ai, ma la cui Ph va rigorosamente letta F). Sarà davvero la fine della carriera di Elena (#) e Mariaberto (“”)? E saranno davvero soltanto don Mariostio e prete Father Phyder ad appartenere all’ordine religioso? Quale sorpresa ci riservano questa volta l’enigmatico Sylvios Carnage, capo dei capi (dott. prof.), e gli inventori della godilonia, i medici Georgiou Anametoi (Πρεμι *) e Mello Nider (^^, con pronuncia incerta della i di Nider)? Soprattutto: perché non tutti i casi d’omicidio vengono totalmente risolti, anche se si trova il colpevole? Non sarà mica… uno scherzo da prete?