Mebook! Social Network!
Log in

Navigation


ANNA DA NON DIMENTICARE

Nel giorno della memoria che si celebra il 27 gennaiodi ogni anno, ecco che il cassetto dei ricordi viene tirato fuori da ogni parte del mondo con celebrazioni varie, istituzionali e non, tese a rendere omaggio alle vittime dell’olocausto.
 
Peccato che negli altri trecentosessantaquattro giorni ci si dimentica in fretta di questo rituale, nobile e sublime, che dovrebbe sempre accompagnare l’umano agire in ogni momento della vita.
 
Sono tante le persone che hanno reso la loro dolorosa testimonianza su quello che è stato lo sterminio più mostruoso che la Storia ricordi. E altrettanto numerose sono state le produzioni cinematografiche e televisive che hanno raccontato le drammatiche esperienze di coloro che hanno avuto il solo torto di “albergare” in un periodo storico fra i più luttuosi e devastanti.“Schindler’s list”, film del 1993 nel quale un imprenditore tedesco riuscirà a salvare migliaia di ebrei dalla deportazione, è solo una delle rappresentazioni più magistrali proiettate sul grande schermo.
 
 
Tra le vittime di questa immane tragedia non si può non ricordare Anna Frank, la ragazzina ebrea tristemente famosa per il diario scritto durante i giorni trascorsi nell'alloggio segreto di Amsterdam. Un nascondiglio che non basterà per sfuggire alle persecuzioni naziste. Anna Frank morirà di tifo nel campo di concentramento di Bergen-Belsen nel marzo del 1945.
 
Di lei resta il diario, affettuosamente chiamato “Kitty”, che le fu regalato il 12 giugno 1942, giorno del suo tredicesimo compleanno.Una saggezza precoce e dolorosa che è divenuta un esempio per tutte le generazioni successive.
 
Ecco alcune pagine struggenti del documento, per non dimenticare …

 http://vittorianoborrelli.blogspot.it/2015/01/anna-da-non-dimenticare.html

Comments