Mebook! Social Network!
Log in

Intervista a Danilo Scastiglia, scrittore

 image

Intervista a cura di Maurizio Caruso

[email protected] – www.mebook.it

ISCRIVITI adesso su Mebook!




Molti s'aspettano un romanzo, una risposta, una storia più complessa da un autore. Legato intellettualmente e temporaneamente alla forma-racconto, Danilo Scastiglia( Chieti 1972), ha puntato sulla brevità per attirare l'attenzione centrando l'obiettivo di tre case editrici che l'hanno accolto, i concorsi che l'hanno premiato e il pubblico che sta leggendo le sue storie d'amore, erotismo e tifo calcistico.

Vorrei che mi parlassi della prima idea che ti è passata attraverso il cervello ed è diventata un racconto...
D.S. La prima idea che ha ispirato il mio primo racconto è scaturita guardando due coppie che ardevano d’amore. Raccontare senza timore tutto quello che una relazione intensa o di poca importanza procura e trasmette al cuore ed alla mente. Questo mi ha spinto a scrivere , per aprire menti svogliate o dormienti, ma anche cuori induriti da relazioni poco sane!

Nel 2010 hai riunito 5 storie brevi e hai pubblicato"Alchimie". Una raccolta autoprodotta, l'argomento è l'erotismo. Ti sei occupato anche della distribuzione per la vendita...Come mai questo argomento? C'è un filo conduttore che unisce queste storie oppure sono distaccate l'una dall'altra?
D.S. “Alchimie” è stato scritto di getto, con voglia di far vivere l’amore sotto ogni angolazione. L’eros fa parte della vita di tutti noi e parlarne di certo non fa male, anzi tutt’altro. Il successo di oltre 400 copie autoprodotte infatti la dice lunga.

Vieni premiato ad un concorso con "Destini". Te l'aspettavi? Ce ne vuoi parlare brevemente senza rovinare il piacere di leggerlo...
D.S. “Destini” si è affermato perché è una donna che narra il desiderio di tornare ad essere donna a 360° nonostante l’imminente gravidanza. L’amore si manifesta sempre e non solo in alcune fasi della propria vita.

Finora hai pubblicato solo racconti. E' un tuo progetto intellettuale oppure è nato dalla casualità?
D.S. Nato in maniera casuale ma che è stato apprezzato da diversi lettori appunto per essere dei racconti con tanta benzina in corpo. In molti poi per via delle trame avvincenti mi hanno quasi supplicato di scrivere un romanzo. Non li deluderò!

Nel 2012 pubblichi finalmente presso una casa editrice, la Giovane Holden Edizioni. Il titolo è "Mosaico". Anche questa è una raccolta di racconti, stavolta sono 8 e le tematiche sono diverse...
D.S. “Mosaico” è frutto della mia crescita e di aver limato qualche leggera imperfezione di “Alchimie”. “Mosaico” ha ispirato la mia crescita come scrittore e come uomo che vuole comunicare con la propri penna emozioni e sentimenti intensi.

Quali sono state le difficoltà che hai incontrato prima di essere pubblicato, come ti sei relazionato inizialmente con il mondo dell'editoria?
D.S. L’editoria è un mondo vario, affascinante ma anche molto ambiguo in taluni passaggi. “Alchimie” l’ho finanziato ed auto distribuito appunto per non incappare in case editrici scorrette e non leali!

Sei tifoso della squadra di calcio del Chieti. Un supporter "sui generis" non certo quello che sta comodo nella poltroncina in tribuna e nega il proprio supporto appena una squadra perde le partite. Fai parte di quel tifo organizzato che viene chiamato ultrà. Quanto secondo te una squadra di calcio ha bisogno di questo tipo di tifo e quando le società dovrebbero prendere le distanze da quei gruppi che spesso la stampa definisce come "facinorosi". Tra l'altro 4 personaggi di un tuo racconto si fanno chiamare in questo modo...
D.S. La poltrona non fa per me, ma non solo per il calcio. Il calcio senza tifosi è zero, è il gioco del silenzio. Uno stadio vuoto non trasmetterà mai passione, felicità, anche se in campo dovessero scendere 22 campioni. Il tifo è amore, lealtà, disciplina e ricco di valori che in alcuni casi viene malvisto o denigrato da “Giornalai” che non dovrebbero chiamarsi giornalisti.

Nel 2014 la Falvision Editore pubblica "Del raffinato amore". I racconti aumentano, diventano 14 e sono di genere soft-erotico. C'è un racconto in particolare che vorresti menzionare del quale vai fiero?
D.S. Sicuramente “L’amore perfetto” che racchiude l’essenza di una storia d’amore che resiste al tempo ed alle difficoltà, tutto si supera se c’è amore trasparente, se c’è comunione d’intenti e se si viaggia sulla stessa rotaia di un treno, il treno dell’amore. Per amare davvero qualcuno devi prima amare te stesso. Solo quando ti ami sei il dono più bello per qualcun altro.

Se dovessi virare verso un altro tipo di narrativa e arrivasse l'idea per un romanzo stavolta di cosa scriveresti?
D.S. Io scrivo narrativa contemporanea, sono per romanzi che parlano a tutto tondo, d’amore, di calcio, di passioni, di ideali, di valori profondi che in tanti hanno smarrito. Credo che non occorra virare verso altro quando si parla di tutto ciò che è vita e che ti rende vivo.

Dove possiamo acquistare i tuoi libri?
D.S. In tutte le librerie d’Italia oppure contattandomi all’indirizzo di posta elettronica [email protected] con l’invio da parte del sottoscritto di una copia autografata con dedica personalizzata. In relazione al mio nuovo lavoro “Del raffinato amore” edito da FaLvision editore lo si può richiedere anche sul sito della casa editrice www.falvisioneditore.net

C'è un libro di ultima uscita di autore che t'interessa. Vai in libreria a comprarlo oppure ti limiti a fare una ricerca sul computer per informarti quanto costa in formato digitale?
D.S. Più che Internet meglio sfogliare ed odorare un libro in una libreria, magari supportato da buoni consigli di librai che realmente hanno letto un titolo e che sanno consigliarti.

Fai parte anche tu di Mebook. Che tipo di esperienza è stata?
D.S. Mebook sicuramente è un portale in cui la visibilità è tutta rivolta a far conoscere autori e case editrici che seppur tra notevoli difficoltà mettono passione e professionalità oltre che a tanto talento per rendere ancora più magico il proprio prodotto editoriale.

Grazie Danilo e buon lavoro dal nostro staff!

Il profilo di Danilo Scastiglia su Mebook!