Mebook! Social Network!
Log in

Recensione "Nel cuore di una donna", Chiara Albertini

Recensione a cura di Maurizio Caruso

www.mebook.it

ISCRIVITI adesso su Mebook!

imageLa tranquillità emotiva, agiata e familiare di Susan, alla soglia dei sessant'anni, viene messa in discussione quando sua sorella Beth viene a trovarla a Boston per comunicarle la malattia terminale della madre Ann che vive in Inghilterra. Beth cercherà di convincere Susan a superare le barriere e a intraprendere un viaggio verso il suo passato alla ricerca dei ricordi che l'hanno portata alla scelta drastica di scappare in America ma provocherà una reazione a catena che porterà alla disgregazione della famiglia che è riuscita a formare. Un dramma psicologico, ondivago, tra il passato traumatico dell'infanzia delle due sorelle che convivono proteggendosi da un padre violento e alcolizzato, una madre inconcepibilmente reticente dalla loro ottica infantile e il presente vissuto come conseguenza di errori e di traumi risolvibili attraverso la contemplazione della natura, il passare del tempo e una convinta fede in Dio. I personaggi femminili sapientemente tratteggiati e la descrizione minuziosa del paesaggio naturale si fondono in una storia dove il senso di colpa di Susan e quello della madre Ann viene mitigato da quello più pacifico di Beth che ha fatto la scelta di rimanere a vivere nel nido familiare. Il tragico episodio nel finale riuscirà a risolvere i conflitti fra Susan e la sua famiglia e spunterà un altro personaggio, infantile e puro come la semplice verità che annuncerà alla protagonista. L'esordio di Chiara Albertini sembra provenire, per tematica e scenari, da una tradizione letteraria più ottocentesca che moderna ma facilmente adattabile a quella presente grazie alla semplicità del linguaggio, facendo riflettere sul rapporto conflittuale tra genitori-figli e promette bene per il futuro della scrittrice romagnola. Per tutte le generazioni.   

Leggi la sua intervista su Mebook!

Il profilo di Chiara Albertini su Mebook!