Mebook! Social Network!
Log in

- ESTRATTO DA "PROCESSI A LUIGI XVI E MARIA ANTONIETTA. DAL TRONO AL PATIBOLO" -

  • 18 of 42
- ESTRATTO DA "PROCESSI A LUIGI XVI E MARIA ANTONIETTA. DAL TRONO AL PATIBOLO" -

"Io chiedo sinceramente perdono a Dio di tutti gli errori che ho potuto commettere da quando esisto; spero che nella sua bontà voglia accogliere i miei ultimi voti, come quelli che ho fatto da molto tempo perché voglia ricevere la mia anima nella sua misericordia e nella sua bontà.
Chiedo perdono a tutti quelli che conosco e a voi mia sorella in particolare, di tutte le pene che senza volerlo ho potuto causare loro.
Perdono a tutti i miei nemici il male che mi hanno fatto. Dico qui addio alle mie zie e a tutti i miei fratelli e sorelle. Avevo degli amici, l’idea d’esserne separata per sempre e le loro pene sono uno dei più grandi ripianti ch’io porti con me morendo; sappiano almeno che sino all’ultimo istante ho pensato a loro.
Addio, mia buona e tenera sorella; possa questa lettera giungervi. Pensate sempre a me, vi bacio con tutto il cuore, così, come quei poveri e cari bambini; Dio mio, com’è lacerante lasciarli per sempre!"

- FOTO PRELEVATA DA INTERNET - Giorgia Penzo - Autrice